http://www.visitacorinaldo.it/ricette_corinaldesi.php

Per visualizzare correttamente il sito è necessario il plug-in Flash


Curiosità su Corinaldo - Ricette Corinaldesi

I sapori genuini di una volta...

Abbiamo pensato, che chi vuole visitare e riscoprire un “Antico Borgo”, sarà sicuramente affascinato anche dall’aspetto enogastronomico.
Le Marche in generale offrono molto da questo punto di vista , numerosi infatti sono i piatti e le specialità tramandati dalla tradizione contadina e marinara ed oggi affermati sul mercato: “lo stoccafisso all’anconetana”, “i vincisgrassi”, le “olive ascolane”, “il brodetto”, “i maccheroncini di Campofilone”, “il formaggio di fossa”, il ciauscolo, la casciotta di Urbino, il prosciutto di Carpegna, il salame di Fabriano, il miele, l’olio extra vergine, i pregiati vini Doc.

In base a come organizzerete la vostra gita a Corinaldo, o il vostro tour nelle Marche, vi sapremo consigliare , i posti migliori per assaggiare i sapori di una volta , i sapori veri dei frutti del mare e della terra…per far si che le vostre soste siano davvero prelibate.( ….considerate che l’appetito vi viene, dopo aver fatto su e giù per le vie di Corinaldo!)

In questa sezione vogliamo svelarvi alcune ricette contadine, che si tramandano volenterosamente di generazione in generazione, dove la manualità che queste richiedono, e gli ingredienti genuini, sono alla base della loro buona riuscita.

Le nostre nonne, Rosa, Nazarena, Evelina e Adalgise, ci hanno svelato i segreti per farle….e con piacere vi elenchiamo le ricette, che nel corso dei mesi saranno aggiornate, ponendo un ‘ attenzione particolare alle “Pecorelle”, dolce tipico della tradizione corinaldese.

Fatte ancora oggi con la ricetta di un tempo, tramandata di madre in figlia ormai da secoli. Prodotti della nostra terra, semplici e genuini quali mosto, noci, buccia d’arancia, zucchero, olio extra vergine d’oliva, farina sono gli ingredienti base del ripieno e della sfoglia che mani sapienti di donne impastano e confezionano con cura e attenzione.
La storia, o forse la leggenda, vuole che un tempo, oltre 100 anni fa, le Pecorelle ornassero la “palma di Natale” ovvero un piccolo ramo d’albero che la notte dell’Epifania veniva portato in casa, sistemato vicino al camino e addobbato con questi dolcetti e con mandarini. Nelle case più ricche poi si aggiungevano cioccolate e giocattoli per la gioia dei bambini che la mattina si alzavano presto per vedere i doni portati dei Re Magi durante la notte.

Le Pecorelle raccontano di bambini felici, di ingredienti genuini, di cose semplici, ma buone e piene di gioia….come la vostra visita a Corinaldo!


Le Pecorelle


Vincisgrassi marchigiani


Coniglio in porchetta


Ciambellone


Passatelli in brodo


Crescia co’ li sgrisciuli


Brodetto all'Anconetana